• Banner - Le Tre Balie - Progetti e Teatro

PRENOTA SUBITO

COMPILA IL FORM

Le Tre Balie - Progetti e Teatro
Le Tre Balie - Progetti e Teatro
Le Tre Balie - Progetti e Teatro

PROGETTI&TEATRO

LE TRE BALIE

Un’intervista esclusiva – burlata teatrale

IN SCENA il 7 DICEMBRE alle 21:00 e l’8 DICEMBRE alle 17:00 e alle 21:00

ideazione, drammaturgia e messa in scena Carlo Ferrari
con Adriano Engelbrecht, Sandra Soncini, Franca Tragni e Carlo Ferrari

 

In occasione delle celebrazioni dei 400 anni dalla morte del drammaturgo inglese William Shakespeare, è stato pensato il progetto per la messa in scena delle Tre Balie, una burlata teatrale, che cerca di sviscerare alcuni lati nascosti della drammaturgia della tragedia di Romeo e Giulietta, primo tra tutti, la presenza in casa Capuleti non di una balia ma di tre balie.

Dall’intervista delle tre protagoniste si dipana un’insolita verità sulla casata nobiliare di Verona, descritta letteralmente in un modo da Shakespeare, ma narrata oralmente in altro modo dalle tre balie in questione che presero servizio in casa Cappelletti (e non Capuleti).

La tragedia dei due amanti shakespeariani per eccellenza, viene in qualche modo ridimensionata e del tutto modificata dalle parole delle balie che presentano una situazione famigliare del tutto diversa da quella classica che conosciamo.

Un’insolita intervista, fuori dal tempo reale, ma dentro la finzione teatrale.

Tutto non sarà più come prima, come ci aveva fatto credere William Shakespeare in Romeo e Giulietta. Parola di balie!

RECENSIONE

Gazzetta di Parma (Valeria Ottolenghi)

Shakespeare, magica fonte d’ispirazione! E Carlo Ferrari è bravissimo nel mescolare situazioni e ruoli, giocando con intelligenza su diversi piani drammaturgici.

…con la nuova, deliziosa proposta presso i Musei Fondazione Monteparma Bocchi e Vernizzi, si scompigliano allegramente tempi e personaggi, attraverso una paradossale, esilarante intervista che va creando una sorta di spassoso labirinto narrativo nel libero zigzagare tra “Romeo e Giulietta”, “La tempesta” e “Otello”. E burlata teatrale è il sottotitolo di “Le tre balie. Un’intervista esclusiva”, ideazione, testo e messa in scena di Carlo Ferrari, produzione Progetti&Teatro, strepitose, affini nella loro diversità tra tic, sguardi complici, dispetti, sintonie, con ingombranti cappelli bianchi, le tre protagoniste del titolo, Adriano Engelbrecht, Sandra Soncini e Franca Tragni…

…In questo processo di “possibile e reale finzione” si scopre che le balie di Miranda e non (Giulietta) erano tre, venete naturalmente, i loro cognomi, Baldan, Berton, Martin, e che la figlia dei Cappelletti, (non Capuleti) non si era affatto sposata, ma mandata in convento…

…Ci sono anche echi d’”Amleto” nella morte della ragazza trovata annegata, intrappolata tra i rami del fiume… Un incantevole pasticcio teatrale questa burlata! Con dono di un sonetto shakespeariano: “Chi crederà ai miei versi in un’epoca futura?” Divertimento e tanti applausi.