Loading...

IL PROGRAMMA IN BREVE

RIGOLETTI
28/10/2018

TITO ANDRONICO
8-9/11/2018

BANDAKADABRA
17/11/2018

NON CONOSCIAMO MAI LA NOSTRA ALTEZZA
24/11/2018

ALICE NELLA SCATOLA DELLE MERAVIGLIE
02/12/2018

LE TRE BALIE – un’intervista esclusiva
8-9/12/2018

UN MESE ESATTO – viaggio nella pianura
15/12/2018

LA GITA
05/01/2019

INTIMITÀ
19/01/2019

VALENTINA VUOLE
27/01/2019

TOYBOYS
09/02/2019

LUNA PARK – Do you want a cracker?
23/02/2019

INFANZIA FELICE – una fiaba per adulti
1-2/03/2019

SULLA MORTE SENZA ESAGERARE
10/02/2019

STASERA OVULO
16/03/2019

AMLETO TAKE AWAY
23/03/2019

TUTTI I SEGNI DI UNA MANIFESTA PAZZIA
12-13-14/04/2019

PRENOTA

Presentando l’abbonamento o il biglietto alla Trattoria del Teatro, prima o dopo lo spettacolo, si avrà il diritto ad uno sconto del 10%. La trattoria di fianco al teatro apre alle ore 19.45. Per prenotazioni: 0521/822257

NEWSLETTER




2018/2019
TEATROCARDIOGRAMMA VIVO.

Tutto funziona, il respiro è regolare ed il battito del cuore scorre normalmente e lascia i suoi segni, segni di vita.

Teatrocardiogramma Vivo.

Pulsa tranquillo, sereno, in salute, non può permettersi di incepparsi o guastarsi o addirittura fermarsi. Sarebbe forse la fine.

Teatrocardiogramma scorre vivo, per dare vita, per ricordare che si può lottare con forza se si è vivi.

Anche quest’anno la nostra stagione teatrale c’è e pulsa e vuole trasmettere vita per scuotere quella stanchezza, insoddisfazione, quel vuoto sociale e culturale che stiamo respirando, quasi addomesticati da pifferai incantatori pronti a gettare reti per intrappolare i pensieri.

Ma il cuore pulsa, il battito è regolare, teatrocardiogramma scorre vivo, libera i pensieri da quelle reti, ospita storie, immagini, azioni e musica. Ospita la libertà creativa, il valore umano, l’ascolto, la tolleranza, il desiderio e lo stare insieme.

Un respiro regolare, tranquillo e sereno abita il teatro che è Vivo!

IL PROGRAMMA

Rassegna domenicaAteatro – appuntamenti teatrali per famiglie, bambini e ragazzi

EUROPA TEATRI

RIGOLETTI

Domenica 28 Ottobre, ore 16
A partire dagli 8 anni, durata 1 ora

liberamente ispirato all’opera Rigoletto di Giuseppe Verdi
ideato, scritto e interpretato da Bernardino Bonzani, Carlo Ferrari e Franca Tragni
collaborazione artistica Chiara Rubes
tecnica e luci Erika Borella

“…perché l’opera quando la vedi, rimani a bocca aperta…”
Tre figure, Cesare Ferraiuoli, Romano Paganuzzi e Tecla Sozzi, sono state chiamate a sostituire tre comparse “scomparse” per la rappresentazione del “Rigoletto” di Giuseppe Verdi. Ignari del loro futuro da comparse e del loro futuro di uomini, vengono scordati nel retropalco di un teatro, mentre l’opera incombe sulla scena e loro la osservano dalle quinte. Tre figure ridicole che attendono il loro momento, tre personaggi sinceri, carichi di umanità, malinconia, comicità. Aspettano, hanno paura, loro che non hanno mai fatto le comparse a teatro, ma solo nella vita, privi di un ruolo preciso, di una propria posizione sociale. La musica irrompe nel silenzio dei loro dubbi sulla veridicità di quello che si vede e accade a teatro, loro che a teatro non sono mai andati. L’opera, il racconto di Rigoletto li entusiasma, scoprono di vivere in quel momento quella storia. Gilda, Rigoletto, il duca di Mantova, li sentono vicini, forse li toccano, “entrano “ nei loro costumi, assaporano il gusto di esserci, anche se fuori dalla scena. Comparse non presenti, ma che vivono il loro momento teatrale, che gioiscono, soffrono, piangono. Gilda non deve morire, non accettano la conclusione.
Spettacolo che unisce il piacere teatrale al gusto e all’ascolto musicale operistico. Comicità, riflessione, poesia, ritmo e umanità sono ingredienti che caratterizzano l’evento, ma anche la personale ricerca teatrale sul comico dei tre interpreti e autori del testo.

Evento speciale presso Istituto Penitenziario di Parma

EVENTO GRATUITO A PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

TITO ANDRONICO

Giovedì 8 e venerdì 9 Novembre, alle ore 18

con Antonio D., Antonio F., Domenico, Giuseppe, Nicola, Franco, Saverio, Tonino
adattamento drammaturgico e regia Carlo Ferrari e Franca Tragni
Istituto Penitenziario di Parma, Assessorato Servizi Sociali, Progetti&Teatro associazione culturale

Shakespeare ci offre una tragedia lontana dai fasti della sua produzione successiva. Infatti si tratta di una storia cruda, in cui gli uomini si massacrano tra di loro per dominare incontrastati e che non conoscono altro mezzo per dominare all’infuori della violenza. Ed è proprio la violenza il punto su cui dobbiamo soffermarci. Shakespeare non si risparmia nel descrivere scene disturbanti e a volte difficili da concepire. Noi ci abbiamo provato e l’abbiamo concepite forse sopra le righe, ma concepite. Del resto tutto questo è teatro… e quindi che la carneficina abbia inizio, a modo nostro, prima che la verità ci tolga il sonno.

IMPORTANTE:

Prenotazione obbligatoria (solo maggiorenni) entro e non oltre martedì 23 ottobre (posti limitati). Inviare mail di prenotazione a info.progettieteatro@gmail.com con indicato: cognome, nome, luogo e data di nascita (in questo ordine) e giorno della prenotazione (8 o 9 novembre)
Non saranno accettate prenotazioni mancanti dei dati richiesti. I prenotati dovranno presentarsi il giorno scelto dello spettacolo, presso l’entrata dell’Istituto Penitenziario, strada Burla 57 entro le ore 17.30, portando il solo documento d’ identità (niente cellulari né borse).

Evento inaugurale

BANDAKADABRA

FIGURINI

Sabato 17 Novembre, ore 21

TEATRO LIVE / Comicità musicale

di Gipo Di Napoli
con la Bandakadabra
regia di Alessandro Mori

Quadri, figure, figurini. Un susseguirsi di “immagini musicali”, di piccoli atti unici legati tra di loro dal meccanismo dell’associazione mentale. Bandakadabra, estrosa formazione torinese di fiati e percussioni. Uno spettacolo comico-teatral-musicale dai toni vagamente surreali e dadaisti, capace di creare un flusso continuo di comunicazione e di gioco musicale con gli spettatori.

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

NON CONOSCIAMO MAI LA NOSTRA ALTEZZA
lettura scenica in parole e musica

Sabato 24 Novembre, ore 21

voce e azione scenica Sandra Soncini e Franca Tragni
musiche originali eseguite dal vivo Patrizia Mattioli
tecnica e luci Erika Borella

Lo spettacolo tratta il tema sulla violenza sulle donne e femminicidio ma anche sulla loro forza e resilienza, la loro eroicità tragica. Canti drammatici della nostra contemporaneità così violenta e dolorosa. Le voci recitanti dialogano con la musica dal vivo, uno spettacolo con sonorità profonde e coinvolgenti.

Con il patrocinio del Comitato Unico di Garanzia dell’Università di Parma

Rassegna domenicaAteatro – appuntamenti teatrali per famiglie, bambini e ragazzi

LE MECCANICHE SEMPLICI

ALICE NELLA SCATOLA DELLE MERAVIGLIE

Domenica 2 dicembre, ore  16
A partire dai 4 anni, durata 50 minuti

con Clio Gaudenzi e Valeria Muccioli
regia e testo Clio Gaudenzi e Valeria Muccioli
scenografia Valeria Muccioli
luci e musiche originali Vincenzo Pedata

È sera, Alice deve andare a dormire ma non ne ha voglia. È troppo grande per avere sonno a quell’ora, ma piccola per uscire da sola. E così giocando la nostra giovane protagonista entra nel mondo dei suoi sogni e della sua fantasia dove il Cappellaio Matto e lo Stregatto l’attendono impazienti per iniziare il loro “lavoro”… Sono essi infatti gli artifici dei sogni di Alice, e con il “copione” in mano inscenano il suo contenuto, catapultando la giovane protagonista in un mondo imprevedibile e cangiante, un mondo che non sta mai fermo e che le appare pressoché incomprensibile. Fra immaginazione e realtà lo spettacolo ruota attorno alle trasformazioni di una “scatola”, la scenografia, che rivela spazi e atmosfere multiformi davanti agli occhi dei giovani spettatori: un gioco, che, nell’atto stesso di mostrare ironicamente le “finzioni” del teatro, crea le cornici tra sogno e coscienza delle avventure di Alice.

PROGETTI&TEATRO

LE TRE BALIE – un’intervista esclusiva
burlata teatrale

Sabato 8 dicembre, ore  21 e domenica 9 dicembre, ore 17 e ore 21

Banner - Le Tre Balie - Progetti e Teatro

ideazione, drammaturgia e messa in scena Carlo Ferrari
con Adriano Engelbrecht, Sandra Soncini, Franca Tragni
e la partecipazione di Carlo Ferrari
tecnica e luci Erika Borella

Dalla voce di queste insolite protagoniste, si dipana una singolare verità sulla casata nobiliare di Verona, narrata letteralmente da Shakespeare.
Un’insolita intervista fuori dal tempo reale, ma dentro la finzione teatrale. Tutto non sarà più come prima. Parola di balie!

Nuova produzione

PROGETTI&TEATRO

UN MESE ESATTO – viaggio nella pianura

Sabato 15 Dicembre, ore 21

tratto da Il poema dei lunatici di Ermanno Cavazzoni
con Carlo Ferrari
adattamento drammaturgico e regia Carlo Ferrari
tecnica e luci Erika Borella

Il viaggio nella pianura continua, un viaggio nella direzione della via pedemontana che attraversa le città. Il protagonista, con la sua innocenza e curiosità è attirato da un certo sig.Pigafetta che ha vissuto negli scarichi, poi Nestore con la moglie “vaporiera” e la storia vecchissima di Giuda Iscariota. Storie a non finire e personaggi strani e bizzarri.

Evento compleanno 20 anni

EUROPA TEATRI

LA GITA

Sabato 5 gennaio, ore 21

scritto, diretto e interpretato da Bernardino Bonzani, Franca Tragni e Carlo Ferrari
collaborazione artistica Bruno Stori e Chiara Rubes
tecnica e progetto luci Erika Borella

Tre personaggi in cerca di vita. Di un varco che li possa gettare al di là della paura. Clowns malinconici, simboli di un’umanità tanto vera quanto più mette in campo la propria solitudine, la voglia di cambiare, la goffa e breve felicità di un gioco inatteso che fa sentire più vicini i tre protagonisti: Cesare, Tecla, e Romano (anche dopo vent’anni). Buon compleanno Gita!

AMOR VACUI 

INTIMITÀ

Sabato 19 Gennaio, ore 21

Menzione speciale della giuria al Premio Scenario 2017

testo Lorenzo Maragoni, Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin, Michele Ruol
ideazione e regia Lorenzo Maragoni
con Andrea Bellacicco, Eleonora Panizzo, Andrea Tonin
luci Elisa Bortolussi

Intimità è un discorso, un’analisi, uno spettacolo, intorno alla nostra tendenza a ripetere, nelle relazioni, gli stessi schemi di comportamento. Attraverso una storia forse d’amore tra attori e pubblico, vuole esplorare la ricerca di un equilibrio tra le reciproche disponibilità a lasciarsi comprendere, sorprendere, ascoltare. Vuole essere un contesto sperimentale in cui confrontarci con la nostra disponibilità ad essere o non essere: in intimità.

Rassegna domenicaAteatro – appuntamenti teatrali per famiglie, bambini e ragazzi

PROGETTO G.G.

VALENTINA VUOLE
piccola narrazione per attrici e pupazzi

Domenica, 27 Gennaio, ore 16
A partire dai 4 anni, durata 50 minuti

spettacolo finalista In-Box Verde 2018
con Consuelo Ghiretti e Francesca Grisenti
pupazzi Ilaria Commisso
scene e luci Donatello Galloni
decorazioni Emanuela Savi
coproduzione Associazione Ca’ Rossa

Questa è la storia semplice di una bambina. Che è anche una principessa. Lei ha tutto. Vive in un posto sicuro, dove non manca niente. Ma è sempre arrabbiata e urla, urla sempre, perché tutto vuole sempre di più. Valentina Vuole. Forse le manca qualcosa. Ma cosa non sa. E i grandi? Sembrano non capire. A volte la cosa più importante è anche la più difficile da vedere e da trovare. E per farlo Valentina dovrà cercare nel mondo, perché è lì che bisogna andare per diventare grandi. VALENTINA VUOLE è favola di desideri e sogni. Vizi, capricci e regole. E del coraggio che i piccoli e i loro grandi devono avere per poter crescere. Una storia di gabbie che non servono a niente, di frulli di vento e di libertà.

JASHGAWRONSKY BROTHERS

TOYBOYS

Sabato, 9 Febbraio, ore 21

TEATRO LIVE / Comicità musicale

con Brother Pavel, Brother Francis, Brother Suren, Brother Richard

Provate ad immaginarvi i Beatles con la cartella quando andavano alle elementari. Provate a pensare a stelle della musica come Daft Punk, Morricone o Village People piagnucolanti all’asilo. Infine provate a chiuderli tutti quanti insieme in un negozio di giocattoli. Questa la nuova impresa musicale, comica/teatrale, degli irresistibili fratelli armeni: gli Jashgawronsky Brothers!

LEVIEDELFOOL

LUNA PARK – Do you want a cracker?

Sabato 23 Febbraio, ore 21

selezione In-Box 2016 Premio In-Box Millennials 2016
ispirato all’opera e al pensiero di Cervantes e di Douglas Adams

di e con Simone Perinelli
regia Simone Perinelli
aiuto regia e consulenza artistica Isabella Rotolo
foto Manuela Giusto

Atterrare in un non-luogo e restare, non pensare, solo attendere, preparandosi una frase da dire.
Una notte: quell’arco di tempo utile a mettersi in contatto con Dio prima che arrivi il mattino.
Perché è nell’anonimato di un non-luogo che si prova in solitudine la comunanza dei destini umani. “Do you want a cracker?”

LAQ-PROD

INFANZIA FELICE – una fiaba per adulti

Venerdì 1 e sabato 2 Marzo, ore 21

di e con Antonella Questa
coreografie e messa in scena Magali BCie Madeleine&Alfred
scenografia e disegno luci Daniele Passeri

”Lunghi mesi di interviste, studi e ricerche mi hanno permesso di scoprire un mondo incredibile: un mondo popolato di bambini all’apparenza coccolati, protetti, amati, eppure infelici e violenti, un mondo dove le figure educative sono in guerra, un mondo per me surreale, quasi incredibile, come di quelli che esistono solo nelle fiabe.” Antonella Questa

Una maestra un po’ rigida, un gatto parlante, dei bambini capricciosi e viziati, una preside dedita all’aperitivo, una madre in carriera e un principe con la coppola azzurra azzurra come il mare, sono solo alcuni dei protagonisti di questa originale fiaba per adulti. Un viaggio in realtà, anche molto divertente, all’interno della famiglia e della scuola di oggi, cercando di capire dove affondino le radici della rabbia che anima la guerra tra genitori e insegnanti e che spesso spinge i nostri bambini verso il bullismo.

Un modo per chiedersi cosa succeda oggi che le regole della antica “pedagogia nera” sono state ormai bandite sia in famiglia che a scuola. Oggi che nelle aule non ci sono più banchi disposti rigidamente in un solo senso o cattedre rialzate, che il maestro non usa più la bacchetta sulle dita e che i genitori si limitano alla sculacciata ogni tanto o al classico schiaffone per il quale “non è mai morto nessuno”.

Rassegna domenicaAteatro – appuntamenti teatrali per famiglie, bambini e ragazzi

TEATRO DEI GORDI

SULLA MORTE SENZA ESAGERARE

Domenica 10 Marzo, ore 16
A partire dai 10 anni, durata 50 minuti

Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro 2015
spettacolo vincitore del Premio Speciale, Premio Giuria Allievi Nico Pepe e Premio del Pubblico
vincitore del 1° Premio Scintille 2015
di e con Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza
regia Riccardo Pippa
co-produzione Teatro dei Gordi e TIEFFE Teatro Milano
con il sostegno di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo – Progetto Next

Sulla soglia tra l’aldiquà e l’aldilà, dove le anime prendono definitivo congedo dai corpi, c’è la nostra Morte. I vivi la temono, la fuggono, la negano, la cercano, la sfidano, la invocano. L’unica certezza è la morte, si dice. Ma quanti ritardi nel suo lavoro, quanti imprevisti, tentativi maldestri, colpi a vuoto e anime rispedite al mittente! E poi che ne sa la Morte, lei che è immortale, di cosa significhi morire? Maschere contemporanee di cartapesta, figure familiari raccontano, senza parole, i loro ultimi istanti, le occasioni mancate, gli addii; raccontano storie semplici con ironia, per parlare della morte, sempre senza esagerare.

Evento compleanno 10 anni

LAQ-PROD

STASERA OVULO

Sabato 16 Marzo, ore 21

Premio Calandra 2009 come Migliore Spettacolo
Antonella Questa Premio Migliore Interprete Calandra 2009

di Carlotta Clerici
con  Antonella Questa
regia Virginia Martini

Un monologo che indaga sulle problematiche della maternità “over 35” e della sterilità femminile; una tematica che l’odierno stile di vita, rende più che mai attuale. La protagonista arriva alla risposta attraverso una strada tortuosa, fatta di tentativi, fallimenti, di esami medici, cure e consigli di amici e parenti… Stasera Ovulo compie 10 anni. Buon compleanno!

COMPAGNIA BERARDI/CASOLARI

AMLETO TAKE AWAY

Sabato 23 marzo, ore 21

con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
di Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari
musiche di Davide Berardi e Bruno Galeone
luci di Luca Diani

Una riflessione ironica e amara che nasce dall’osservazione e dall’ascolto della realtà circostante, che ci attrae e ci spaventa. L’Amleto di Amleto take away preferisce fallire piuttosto che rinunciare, senza farsi molte domande, meno dubbi e più decisione nelle azioni, seppur fallimentari.
È consapevole ma perdente, portato alla follia dalla velocità, dalla virtualità e dalla pornografia di questa realtà.

Debutto / Nuova produzione

PROGETTI E TEATRO

TUTTI I SEGNI DI UNA MANIFESTA PAZZIA

Venerdì 12, sabato 13 e domenica 14 aprile, ore 21

tratto dal libro Tutti i segni di una manifesta pazzia, di Stefania Re
Dinamiche di internamento femminile nel manicomio di Colorno (1880-1915)

adattamento drammaturgico Carlo Ferrari e Franca Tragni
con Franca Tragni
musiche Patrizia Mattioli
regia Carlo Ferrari

Voci, testimonianze, vite di donne, storie di segregazione, dinamiche di internamento di soggetti femminili. Il libro di Stefania Re ricostruisce un segmento della storia del manicomio di Colorno. Il teatro vuole riportare in scena la testimonianza e la memoria di quel periodo, di quelle storie, di quelle voci per non dimenticare per non dimenticarle.